Silvi - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Silvi

Provincia di Teramo
Fontana novecentesca, opera di Giuseppe Vallescura e di suo figlio Antonello.
Silvi sorge a 240 m s.l.m. sulle colline di Città Sant'Angelo e Atri. Conta 15.264 abitanti.
 

Storia

La sua storia si fonde insieme a quella della suggestiva città d’arte di Atri cui fu a lungo legata dal fatto di esserne feudo.
Sviluppatasi su di una collina è probabile che abbia tratto il suo nome dal termine “Silvae”, indicante i molti boschi che la rivestivano o secondo altri da una divinità e precisamente dal Dio Silvano.
Oggi il paese viene distino in Silvi Alta  che corrisponde all’antico ed originario borgo e  Silvi Marina nata nel 1931 e sviluppatasi lungo la costa.
La presenza dei Romani sul territorio di Atri, divenuta loro conquista intorno al 290 a.C. , portò Silvi a divenire "Castrum Romanum" essendo posta su di una zona strategica e dunque difensiva . Venne fortificata tramite la costruzione di mura per evitare attacchi dal mare e venne a tal proposito eretta una torre, ancora oggi esistente , chiamata “Torre di Cerrano” direttamente sulla spiaggia, e dotata di un presidio militare costante. Nonostante ciò subì innumerevoli attacchi dalla costa. Pensiamo infatti ai  turchi, che intorno al XV secolo risalirono la collina portando devastazione e riducendo a schiavi gli abitanti.  Purtroppo, però, non fu solo questa la causa della riduzione popolazione. Essa,  infatti, subì  anche il dilagare dell’epidemia di peste. Verso la fine del secolo XV, il timore dell’avvento dei Turchi spinse altre popolazioni, come gli albanesi, i cristiani a sbarcare sul territorio di Silvi per trovare salvezza. Essi  furono accolti dal re Ferdinando I  e contribuirono a far rinascere la popolazione del paese. Il legame con la città di Atri terminò con l’avvento di Napoleone Bonaparte che ridiede a questo feudo piena indipendenza. Nei secoli successivi, questo si estese dalle colline al mare dove oggi sorge Silvi Marina.  
 
 

La torre di Cerrano

Come racconta il sito "La Torre di Cerrano è una delle antiche torri costiere del Regno di Napoli, si trova sulla costa dell’Adriatico, in provincia di Teramo, tra Silvi e Pineto. E’ uno pochi esempi rimasti integri della fitta rete di fortificazioni costiere del Regno di Napoli, che avevano la funzione di respingere i frequenti attacchi di turchi e saraceni provenienti dal mare.
Costruita intorno al 1568, il suo nome è tratto dal torrente che scende dai colli di Atri
e la cui foce é situata 500 metri a sud della torre, nel comune di Silvi.
fuori casa in Abruzzo
Chiesa S. Salvatore

L’impianto originale di questa architettura risale al XI secolo e, pur se nel corso del tempo ha subito rimanaggiamenti e modifiche, conserva tuttavia inalterate alcune parti, come ad esempio, il portale trecentesco che si affaccia su Corso Umberto, lavoro minuzioso e pregevole degli artisti della scuola atriana del XIV secolo.
(dal sito del Comune di Silvi)


Da visitare:

Chiesa di San Salvatore.
Costruita intorno al XII, secolo in onore del santo è posta al centro di Silvi Alta;
Chiesa di Santa Maria Assunta. La sua costruzione risale al 1953 in onore della santa ed è divenuta monumento storico per lo stato italiano;
Chiesa di S.Antonio da Padova. Costruita nel 1338 ha subito profonde modifiche nel secolo scorso non conservando oggi segni del suo passato;
Torre di Cerrano. Costruita nel ‘500 lungo la costa a scopo difensivo, è oggi sede di un laboratorio di biologia marina.


Tradizioni:

Lu Ciancialone. Nata nel XVI sec. da una leggenda che voleva un abitante di Silvi
di nome Leone essere sceso dalla collina con una fiaccola e aver fatto ritirare le truppe turche che credettero che vi fosse un’intero esercito pronto ad affrontarli. Consiste nel dar fuoco a delle canne nella piazza del paese attorno alla quale si effettuano danze e baldoria.;
Arti e mestieri. Nata di recente, viene svolta per rievocare lungo le strade dell’antico borgo, arti e mestieri di una volta.



(I testi sono tratti dal sito del Comune di Silvi e da Wikipedia. Tutti i testi di Wikipedia sono rilasciati sotto licenza GFDL.)

Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti