Roio del Sangro - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Roio del Sangro

Provincia Chieti
Roio del Sangro è un piccolo comune di 124 abitanti situato su uno sperone di roccia a 840 metri s.l.m.. Fa parte della Comunità Montana Medio Sangro.  
Storia - cenni
Circa le origini del paese non si hanno documenti o fonti archeologiche a testimonianza, si ipotizza tuttavia che il primo luogo abitato dai roiesi sia l'odierna Vicenne, situata nella Valle del Paganello, un piccolo affluente del Sangro, che tuttora scorre alle pendici dove sorge oggi Roio.  
A causa di un'invasione dei Saraceni, nel IX secolo, il villaggio sito in Vicenne venne distrutto ed alcuni superstiti s'insediarono a Rodium. La più antica testimonianza storicamente accertata sull’esistenza del borgo risale al 1309, compare infatti tra le decime della diocesi di Trivento con il nome di Rodium Cum S. Angelo, e S. Johannes de Rodi e nell’anno 1328 come clericis de Rodio. L’abate ricorda che, nel 1521, il borgo subì un’epidemia di peste.
Nei secoli successivi il feudo passò sotto il dominio di diversi feudatari come i Ciarupa di Serracapriola, Pietro Antonio Berardinelli e da questi passò, nel 1543, a Giulio Caracciolo, fondatore di Giuliopoli, del quale si conserva il sepolcro nella chiesa parrocchiale. I suoi eredi la tennero fino all’eversione della feudalità avvenuta nel 1806.  
Durante l’ultimo conflitto mondiale Roio del Sangro subì pesanti bombardamenti che distrussero completamente l'abitato.



fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
la chiesa di Santa Maria Maggiore, moderna parrocchiale costruita probabilmente nell'800, come conferma la data 1832 su un portale laterale; la chiesa di San Nicola, ormai ridotta a un rudere, probabilmente eretta nel 1790; la cosiddetta "vecchia campana", fu smontata dalla torre campanaria e riporta un'iscrizione in latino che recita: Mentem santam spontaneam - Honorem deo et patriae liberationem - xps rex venit in pace deus - Et homo factus est.Verbum caro factum est - Nicolaus de Crapracotta me fecit A.D 1566; i resti archeologici dell'antica Vicenne.
Il paese vanta una lunga tradizione culinaria che le è valsa la considerazione di patria dei cuochi, tant'è che all'entrata del paese è presente un monumento dedicato a questa figura.
Personaggi famosi:
Pierino Mastroluco: Plasticista; Don Domenico Galluppi: Docente universitario, letterato ed insigne oratore; Domenico Pellegrini: Giurista; Antonio Ernesto Pellegrini: Scultore e modellatore; Gaetano De Lucia: Poeta e Letterato; Fernando Galluppi: Medico Umanista; Gennaro Ursino: musicista.

Comuni vicini:
Monteferrante, Rosello, Villa Santa Maria
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti