Roccamorice - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Roccamorice

Provincia di Pescara
Roccamorice  sorge a 520 m s.l.m. su di una collina, nel cuore del parco nazionale della Maiella. E’ compresa nella Comunità montana della Maiella e del Morrone e conta 1.012 abitanti.   
Storia - cenni
Secondo diversi reperti archeologici trovati nella Valle Giumentina, i primi insediamenti umani, qui si concentrarono già a partire dal Paleolitico. La sua origine si fa risalire al periodo medioevale e precisamente, se ne fa suo accenno nel documento del “Catalogus Baronum” del XII secolo. Precedentemente, nel IX secolo, Celestino V  si rifugiò nell’eremo di S.Spirito, alla ricerca di una serenità da raggiungere con il diretto contatto con la natura selvaggia del luogo.  Con l’avvento del feudalesimo, nel 1400 Roccamorice passò nelle meni dei Valignani rimanendovi sino al XVIII secolo. Dell’epoca medioevale, oggi ci rimane una torre e l’impianto urbanistico costituito da vicoli serpeggianti.
Nei secoli successivi, si svilippò sempre più l’economia agricola e pastorale e ne sono esempio i tholos  che erano delle costruzioni circolari formate da blocchi di pietra a secco e a incastro dalle singolari volte, che costituivano un rifugio e un punto di riferimento tipico degli insediamenti agro-pastorali.    

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
l’Eremo San Bartolomeo in Legio. Luogo di culto frequentato da numerosi fedeli, sorse probabilmente prima dell’anno Mille. Venne ricostruito da Pietro da Morrone nel XIII secolo; l’Abbazia Santo Spirito a Maiella. Qui si rifugiò Celestino V nel IX secolo mentre, successivamente, verso la metà del XIII vi giunse Pietro da Morrone che ivi costruì un piccolo oratorio ed una celletta per sé. Oggi, i devoti vi giungono in occasione della "Perdonanza", il 29 agosto. la Chiesa di S. Donato. Di epoca mediovale, presenta le effigie della Vergine ed un Crocifisso di tradizione celestiniana
Escursioni Abruzzo: Eremo di Santo Spirito a Maiella
Tradizioni e folklore:
La Festa San Bartolomeo in Legio. Si tiene il 25 agosto e consiste in un pellegrinaggio dei fedeli all’eremo di San Bartolomeo in cui è conservata in una nicchia, la statua lignea del Santo.
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti