Poggiofiorito - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Poggiofiorito

Provincia Chieti
Poggiofiorito è un comune di 976 abitanti, situato su un'altura alla sinistra del fiume Moro, a 299 metri s.l.m.. Fa parte dell'Unione dei Comuni della Marrucina.   
Storia - cenni
Le origini del paese risalgono all'epoca romana, quando il tratturo, ai cui lati sorse il centro abitativo, rappresentava una via naturale che collegava Roma alla Puglia ed alla Calabria e quindi all'Adriatico, favorendo le partenze verso l'oriente. Nacque una grande “statio”, ovvero una stazione  abitata da soldati con famiglie al seguito, dove i romani potevano riposare ed eventualmente cambiare i cavalli stanchi, per poi ripartire da e verso Roma.
Con la caduta dell'Impero, la storia di Poggiofiorito e quella della vicina Arielli s'intrecciano.  Nel XIII secolo, proprio ad Arielli, si sviluppò un nucleo di case coloniche sorte attorno al castello del barone Vincenzo Crognale che tra i suoi possedimenti aveva dei terreni molto estesi nella parte orientale della contea. Alcuni contadini cominciarono a coltivare quelle zone incolte costruendo delle piccole abitazioni proprio dov'è l'odierna Poggiofiorito. Intorno al 1400 questo primo gruppo di case prese il nome di Casale, poi Villanova, Villarielle, ed infine nel 1911 Poggiofiorito.
Tra le comunità di Arielli e Villarielli, ci furono sempre contrasti: nel 1910-1911 fu costruita una ferrovia il cui percorso non passava per Villarielli. A causa di questo fatto, si riaccesero degli asti, sentiti ancora oggi, che spinsero gli abitanti a decidere di cambiare anche il nome del proprio paese per tagliare ogni legame con l'”odiata” Arielli: il nome Poggiofiorito, suggerito dal Generale Tommaso di Martino, scrittore e poeta, richiamava alla fonte del Pojio, ancora esistente, ed alla caratteristica tradizione locale di ornare i balconi delle case con piante e fiori. Dopo poco la controversia della ferrovia si risolse concedendo una fermata facoltativa in una nuova stazione molto più vicina al paese.   
Poggiofiorito, durante la Seconda Guerra Mondiale, si trovò lungo la linea dei bombardamenti che oltre a causare numerosi lutti tra gli abitanti, portò alla quasi completa distruzione del paese.  

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da vedere:
la chiesa parrocchiale di San Matteo apostolo, costruita nel 1584; i resti del tratturo in località Fonte del Poggio. La principale attività su cui si basa l'economia di Poggiofiorito, è l'agricoltura, incentrata soprattutto sulla coltivazione dell'uva e dell'ulivo.
Personaggi famosi:
Tommaso Coccione (2 gennaio 1905 – 8 luglio 1941): musicista, fisarmonicista e compositore; Vincenzo Coccione (9-2-1937): musicista e compositore di canti del folclore abruzzese; Camillo Coccione (22-2-1940): poeta-scrittore e Direttore del Coro Folk "Tommaso Coccone" di Poggiofiorito; Piero Coccione (21-9-1964): musicista e compositore, organista della Chiesa San Matteo di Poggiofiorito
Frazioni:
Chiusa, Martorella
Comuni vicini:
Arielli, Crecchio, Frisa, Lanciano, Orsogna
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti