Pizzoli - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Pizzoli

Provincia dell'Aquila
Pizzoli sorge a 740 m s.l.m. nella Valle dell’Aterno ed si sviluppa in parte nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. E’ compresa nella Comunità montana Amiternina e conta  3.402 abitanti.

Storia
Le caratteristiche naturali del suo territorio, sin dai secoli più antichi sono state tali da risultare la meta di diverse popolazioni. Qui, infatti cercavano rifugio ed un posto che fosse più facilmente riparato contro attacchi nemici. Fu raggiunta dai Piceni, mentre in epoca preromana  fu confine tra i Sabini e i Vestini. Reperti archeologici, ci permettono di ritenere che il paese si sia sviluppato  vicino ai resti dell’antica città romana di Amiternum. All’ inizio dell’anno Mille, fu feudo della famiglia Gentile e più precisamente, il “Castrum Piczolum" partecipò alla formazione dell’Aquila tanto da prendere parte alla costruzione della chiesa i San Lorenzo.  A causa della ribellione dell’Aquila contro il re Carlo V, Pizzoli che era castello del Contado dell'Aquila, fu sottoposta ad un ferreo controllo da parte di Francesco Aldana nel 1533 ed in seguito di Giovanni De Felicis, di Pietro Gonzales, di Alfonso Basurto, e di Dianora di Nocera per poi passare a  Ferrante de Torres. Con l’abolizione del sistema feudale da parte di Giuseppe Bonaparte, nel 1806 Pizzoli poté finalmente riacquistare una piena autonomia. Nel 1703, delle forti scosse sismiche provocarono la quasi globale distruzione del paese che solo nei secoli successivi è riuscito gradualmente a riprendersi e a ridar vita al suo centro abitato.

Sulmona

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
Il Castello Dragonetti De Torres. Edificato nel seicento per volontà dei De Torres, presenta delle torrette di avvistamento che hanno conferito al castello questo nome. Presenta inoltre una scala di entrata col portale principale legato con elementi decorativi alla finestra balconata del piano nobile, elementi tipici delle ville cinquecentesche romane;
la Chiesa di S.Stefano a Monte. Costruita tra il XIII e il XIV secolo vicino al castello, presenta una facciata in pietra restaurata intorno al intorno al 1960 e affreschi dei secoli XV- XVI;
la Chiesa della Immacolata detta della Madonnella. Datata alla seconda metà del XVII secolo, ha una pianta ottagonale irregolare ed è situata nei pressi della piazza del Comune;
la Chiesa della Madonna del Carmine ex San Pietro e Paolo. Presenta sull'altare maggiore un affresco della fine del '500. Si trova nella località Villa S.Pietro.
la Chiesa del Castello (o della SS Croce). Edificata nella prima metà del seicento dai De Torres-Dragonetti, è meta di un percorso con stazioni della via crucis. Ha una pianta ottagonale;
la Chiesa di S.Lorenzo. Costruita in onore del martire Lorenzo, nella frazione di San Lorenzo, sui resti del monastero Equiziano e quindi inizialmente conventuale. Nella Cripta conserva le spoglie di Sant'Equizio. Contiene diversi elementi cinquecenteschi (finestra absidale datata 1545),portale settecentesco, fu restaurata nel 1703;
il Palazzo Mascetti, barocco;
il Palazzo Cappelli-Zecca, barocco;
la Villa Giorgi, della fine dell'800, con rarissimo esempio di giardino abruzzese a parterre;
la Torre Medioevale ora nel Palazzo Dragonetti - De Torres.
(Testo tratto dal sito del comune e da wikipedia)
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti