Pietranico - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Pietranico

Provincia di Pescara
Pietranico sorge  a 590 mt.  sulla sommità della più elevata delle colline dell’alta val Pescara, e conta 580 abitanti.
Ha un clima sostanzialmente temperato, e quindi, non eccessivamente rigido d’inverno e mai umido ed afoso d’estate. La sua posizione alto collinare lo espone all’influenza di quasi tutte le influenze eoliche, non ultima a quella delle gradevolissime ed equilibratrici brezze marine che mitigano non poco sia le correnti fredde invernali che quelle torride in estate.   
Storia - cenni
Il suo nome ricorre, fra altri documenti, al tempo di Gisone, ventottesimo Abate del Monastero casauriense, il quale recupera dal Gastaldo Sansone, intorno agli anni 1113, alcuni territori di Pietranico.  
Dall’alto della sua posizione si possono osservare da molto vicino: - l’ingresso delle storiche gole di Popoli; il Morrone ed il versante nord della Maiella a sud; i rilievi del massiccio del Gran Sasso a nord – nord ovest; - l’intera val Pescara ad est.
Decisamente maestosi ed imponenti possono esser dunque considerati i molteplici panorami che, dall’alta postazione del paese, possono essere ammirati specie in occasione di giornate a ciel sereno, ma decisamente unico è quello che si scruta soprattutto nelle giornate limpide e serene dal famoso Muraglione posto fuori le mura ad est del centro storico del paese: l’intera vallata del Pescara sino a Città S. Angelo, Chieti, Pescara e persino il mare che bagna le sue coste.
Tutto ciò, insieme ai suoi bellissimi monumenti, al vino all’olio genuini ed alle non trascurabili specialità culinarie fanno di Pietranico una meta ideale per trascorrervi week–end o magari interi soggiorni decisamente salutari, distensivi e soprattutto indimenticabili.   

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:  
Per chi volesse fare di Pietranico la meta di una sua prossima escursione o magari soggiorno va segnalata la visita de:
la monumentale Pietra di Castello, posta al culmine del centro abitato all’interno delle mura che delimitavano il vecchio centro storico medioevale;
il centro storico del paese, posto all’interno delle vecchie mura che delimitavano l’antico borgo medioevale, di cui rimane solo un piccolo scorcio di mura posto a nord e forse l’unica porta d’accesso denominata Porta della Terra, dalla quale si diramavano una serie di stradine minuscole e tortuose che, aggirando gradatamente l’antico centro abitato arrivava al cospetto della primitiva Chiesa di Santa Maria;  
la chiesa parrocchiale di stile romanico intitolata a San Michele e Santa Giusta, di stile romanico; la chiesa di San Rocco in stile neoclassico, edificata, nel lasso di tempo che va dal 31 maggio 1860 al 21 giugno 1873 sullo stesso sito e le spoglia di una preesistente chiesetta intitolata allo stesso Santo;
l'Oratorio di Santa Maria della Croce situato a circa 2 Km. a valle del centro abitato in località Tre Croci ;
la Cappella di stile Barocco edificata tra il 1613 – 1656 appena dopo l’apparizione della Vergine all’umile pastorello Domenico Del Biondo, sullo stesso colle dov’era posta una vecchia cona denominata appunto della Croce, e quindi anch’essa, come la Chiesa di S. Rocco, sullo stesso sito e le stesse spoglie di qualcosa di preesistente.
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti