Pescina - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Pescina

Provincia dell'Aquila
Pescina  sorge a 735 m s.l.m. nella piana del Fucino tra il Parco Nazionale d'Abruzzo ed il Parco Sirente Velino. E’ compresa nella Comunità montana Valle del Giovenco e conta 4.468 abitanti.

Storia
Reperti archeologici ci fanno supporre che la zona nella quale si è poi sviluppato questo comune fosse stata abitata sin dall’epoca Paleollitica. Ma è il ritrovamento di tombe italiche datate al VI – V secolo che testimoniano l’esistenza di un centro abitato laddove oggi sorge Pescina. Intorno al 568 d.C. le invasioni dei Longobardi portarono una sanguinosa devastazione seguita nel l’880 d.C. da un ulteriore ondata di distruzione ad opera dei Saraceni. Questi distrussero il monastero pescinese di S. Maria in Apignanicis uccidendo tutti i monaci presenti. Agli inizi del Medioevo, con l’affermarsi del sistema feudale, fu governato dai Conti di Celano, ma nel periodo della lotta per le investiture tra il Papa e l'Imperatore, quest’ultimo la distrusse incendiando il suo castello e quelli delle zone circostanti. Questo fu la conseguenza del fatto che i Marsi avessero appoggiato il Papa, ma Federico II nel 1232 emanò un decreto imperiale volto alla ricostruzione del castello che era andato distrutto. Nel 1484 divenne feudo dei Piccolomini rimanendovi sino al 1591 e passò in seguito nelle mani dei Peretti, dei Savelli sino agli Sforza-Cesarini. Con l’abolizione del sistema feudale nel 1806 Pescina riacquistò la sua autonomia. All’inizio del secolo scorso, il terremoto del 1915 e le due grandi guerre, decimarono la popolazione spingendo diversi abitanti a cercare salvezza altrove. Gradualmente ha ridato vita al suo centro abitato, alle attività economiche e ai servizi utili ai cittadini di questo comune.

Ignazio Silone, abruzzese da Pescina

 
centro studi Silone a Pescina

"...Può annoverarsi tra gli intellettuali italiani più conosciuti e letti in Europa e nel mondo. Il suo romanzo più celebre, Fontamara, emblematico per la denuncia di oppressione e ingiustizia sociale della condizione di povertà, è stato tradotto in innumerevoli lingue. Tra il 1946 e il 1963 ha ricevuto ben dieci candidature al Premio Nobel per la letteratura..."  https://it.wikipedia.org/wiki/Ignazio_Silone
fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da Visitare:
La Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Eretta nel 1579, ricevette nel 1613 "il titolo di Cattedrale"dal Papa Clemente VIII. Contiene le spoglie del Santo S. Berardo, Vescovo del XII secolo della Diocesi dei Marsi, e le tombe dei vescovi marsicani vissuti nel XVI e XIX secolo;
La Chiesa di S.Antonio. Costruita prima del XI secolo con il nome di Santa Maria Annunziata. Venne successivamente dedicata a S. Antonio da Padova. Oggi, si può ammirare parte del coro in noce intarsiata in stile barocco, e parte delle bellissime strutture interne, alcuni dipinti, e il rimanente dell'organo;
la Chiesa di San Berardo. Esistente già dal 1181 (secondo una bolla papale del Papa Lucio III) è situata laddove era presente l’antico complesso militare fortificato di cui ha inglobato la torre a pianta quadrata con la destinazione di torre campanaria;
La Chiesa della Madonna del Carmine. Piccola chiesa medioevale, ha un'unica navata ed è posta nella parte alta della Città di Pescina;
La Chiesa di San Giuseppe. Situata in località "Pescina nuova", contiene all'interno la tomba della Serva di Dio Santina Campana.
Personaggi illustri:
Giulio Mazzarino (nato a Pescina nel 1602) fu Cardinale e Primo Ministro in Francia;
Ignazio Silone (nato nel 1900 a Pescina)grande scrittore.;
Luciano Zauri;
Luigi Colantoni.(nacque a Pescina nel 1843) fu Canonico e Arcidiacono, storico
(Testo tratto da wikipedia)
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti