Pereto - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Pereto

Provincia dell'Aquila
Pereto  sorge a 800 m s.l.m. alle pendici nord-occidentali dei monti Simbruini ai confini con il Lazio. E’ compreso nella Comunità montana Marsica 1 e conta 738 abitanti.

Storia
Definito come la “ porta dell’Abruzzo”, vanta origini molto antiche. Risalirebbe infatti all’età del Bronzo  e numerosi reperti riguardano inoltre avanzi di edifici del I secolo a.C. Informazioni circa il popolamento di quest’area sono invece riconducibili all’inizio dell’anno mille in cui Pereto venne donato al monastero di Montecassino. Con l’avvento dei longobardi, la sua sorte cambiò venendo suddivisa tra cinque feudatari. Con Federico II, il borgo venne rafforzato e reso difensivo tramite la costruzione di un castello. Esso presentava torri di avvistamento che consentivano un controllo strategico per contrastare e prevenire l’incorrere di nemici e invasioni di briganti.  Federico II trasformò Pereto in una base d'operazioni contro lo stato pontificio. In seguito divenne feudo degli Orsini, dei Colonna ed infine dei Maccafani, trapiantatisi a Pereto per lo meno dalla metà del secolo XV. Nel 1806, l’abolizione del sistema feudale permise a questo comune di raggiungere una piena autonomia.

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
il Castello medievale. Presenta delle torri del XIII secolo. Appartenne alla famiglia dei Colonna, che ne detenne il possesso a partire dal tardo XV secolo, quando il re di Napoli donò ad essa il paese;
il Santuario della Madonna dei Bisognosi. Eretto fuori dal centro abitato nel 610. All'interno vi è un'immagine della Madonna proveniente dalla Spagna, un prezioso crocifisso portato da Papa Bonifacio IV quando vi si recò per consacrare la chiesa, ricca di affreschi del tardo '400 che rappresentano il Paradiso e l'Inferno;
la Chiesa parrocchiale di San Giorgio. Risalente all’epoca classica, presenta delle epigrafi murate;

Personaggi illustri:
Gian Gabriello Maccafani (Pereto, 6 maggio 1762 - Pereto, 30 agosto 1785) scrittore abbruzzese;
Angelo Maccafani, vescovo dei Marsi (dal 1446);
Francesco Maccafani vescovo dei Marsi (dal 1470);
Gabriele Maccafani vescovo dei Marsi (1471-1498);
Giacomo Maccafani vescovo dei Marsi dal 1498, rinominato dal 1512;
Giovanni Dionisio Maccafani vescovo dei Marsi (dal 1512);
Angelo Maccafani primo vescovo della diocesi di Lanciano (1516-1529);
Giorgio Maccafani vescovo di Orte e Civita Castellana (1498-1501); vescovo di Sarno (1501-1516);
Ercole Antonio Vendetti nobile del marchese di Priè, ambasciatore in Roma sotto Clemente XI;
Antonio Vendettini (Pereto, 3 dicembre 1704 - Pereto, 26 gennaio 1781) conte e conservatore romano;
Giuseppe Maria Vendettini (Pereto, 6 luglio 1741 - Pereto, 26 febbraio 1792) patrizio Romano e arcade conosciuto con il nome di Cleanto Ereate;
Luigi Vendettini (Pereto il 3 aprile 1743) arcade conosciuto con il nome di Pinalgo Ecalio;
Angelo Penna (Pereto, 22 aprile 1917 - Perugia, 20 marzo 1981) teologo italiano
(Testo tratto dal sito del comune e da wikipedia)
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti