Pennapiedimonte - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Pennapiedimonte

Provincia Chieti
Pennapiedimonte  sorge a 669 m s.l.m. e fa parte ed è sede della Comunità montana della Maielletta. Conta 548 abitanti.   
Storia - cenni
È un paese di origini antiche, come testimoniano i diversi reperti pervenuti nel secolo scorso. Tra questi vi è una moneta in bronzo del III secolo a.C. ed una necropoli italica con tombe ed altri resti del IV- V secolo a.C. Il suo nome deriverebbe secondo una leggenda da un villaggio indigeno anche se si ritiene che siano stati i romani che dopo averla presa in loro possesso la chiamarono “Pinna”(dal latino) dei Frentani. Essi, giunti nel III secolo a.C., vi imposero le loro leggi e costumi, ed inoltre costruirono una torre(ancora oggi presente) che fungesse da fortezza, da comando, da osservatorio e da magazzino.
L’arrivo dei barbari portò sciagura e distruzione anche in questo paese e gli abitanti sparsi tra i campi e borghi  limitrofi, cercarono rifugio a Pennapiedimonte ritenuto un "Castellum natura munitum" (castello creato dalla natura).
Questa situazione perdurò sino al medioevo e, intorno al 1400 con il Cristianesimo, vennero costruite diverse chiese sulle rovine di antichi templi pagani andata poi distrutte nei secoli successivi. Oggi vi rimane solo un’unica chiesa “ dei Santissimi Silvestro e Rocco”, posta al centro del paese.      

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
la Chiesa parrocchiale dei Santissimi Silvestro e Rocco. Eretta agli inizi del ‘700 presenta un evidente stile barocco. All’interno, in una nicchia, custodisce una statua della Vergine che proviene dall'abbazia medievale di Santa Maria dell'Avella, ormai distrutta e scomparsa; la torre detta anche Torre Romana. Risalente al III secolo a.C. è affiancata dai resti delle antiche mura; la Grotta Nera, detta anche Grotta della Pennicciola; la Grotta dei Faggi. Situata su una parete rocciosa in una zona assai impervia, che non presenta sentieri per raggiungerla; la Riserva naturale Orientata di Feudo Ugni. Si trova nel Parco Nazionale della Majella.
Frazioni:
Capolegrotti, Colli, Coste dei Colli, Defenza, Fontana, Laio, Pisavini, Raiese, San Giovanni, Vicende

Comuni vicini:
Caramanico Terme (PE), Fara San Martino, Guardiagrele, Casoli, Palombaro, Pretoro, Rapino, Roccamorice (PE)
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti