Nereto - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Nereto

Provincia di Teramo
Nereto è un comune di 4.850 abitanti che sorge su una collinetta al centro della Val Vibrata, ad un'altezza di 163 metri s.l.m..

Storia
Le ipotesi sull'origine del nome sono diverse, potrebbe derivare dal greco Neros, luogo basso ed umido, o da neritos, luogo boscoso ed ameno.
I primi abitanti della zona furono i Siculi, originari della Grecia. In epoca romana invece il centro abitato era conosciuto con il nome di “Vico Galliano”, probabilmente in quanto possedimento di un certo Gallio o Galliano. Dopo la caduta dell'Impero, la zona fu soggetta alle incursioni di Goti, Bizantini, Longobardi, Franche e Saraceni che portarono alla distruzione del borgo. Successivamente venne ricostruito più a nord, nell'attuale posizione, ed incastellato con il nome di “Casale Nereti”.
Dopo il Mille i Normanni unirono il feudo al Regno di Napoli, divenendo così zona di frontiera: re Ruggero II fissò il confine del Regno sul fiume Tronto. Il borgo prese il nome di Castrum Nereti, acquisendo significative funzioni difensive.
Nel 1279, durante la dominazione Angioina, il feudo fu concesso ad Amelio de Agoto Courban, signore di Colonnella e nel 1383 il paese viene venduto al comune di Ascoli. In questo periodo Nereto prosperò e si sviluppò notevolmente.
Nel 600 il feudo tornò sotto il controllo del Regno di Napoli, e la giustizia venne esercitata da Regi Governatori che vi ebbero residenza fino al 1806.


fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare
la chiesa parrocchiale di Maria Ss. della Consolazione, sorge nello stesso luogo della chiesa antica che crollò nel '700 per essere immediatamente ricostruita;
la chiesa di S. Maria del Suffragio, risalente al 1676, oggi appare nella veste della ristrutturazione avvenuta nell'800;
la chiesa Maria Ss. Addolorata, costruita verso la metà del XIX secolo;
la chiesa di S. Rocco, eretta intorno al 1527, anno dell’epidemia di peste;
la chiesa di San Martino, fondata presumibilmente nella prima metà del XII secolo.

Personaggi illustri:
Domenico De Guidobaldi, (Nereto, 1811 - Napoli, 1902): archeologo;
Ferdinando Ranalli, (Nereto, 1813 - Pozzolatico, 1894): letterato;
Emidio Piermarini, (Nereto, 1888 - Roma, 1969): epigrammista, favolista;
Gennaro Costantini, (Nereto, 1885 - Venezia, 1955): tisiologo;
Raffaele Porrani, (Nereto, 1918 - Lopanagus (Grecia), 1942): carabiniere, Medaglia d'Oro al Valor Militare.
(testi tratti dal sito del Comune e da Wikipedia)

Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti