Lucoli - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Lucoli

Provincia dell'Aquila
Lucoli sorge a 956 m s.l.m. non lontano dalle stazioni sciistiche di Campo Felice ed compreso nella Comunità montana Amiternina. E’un comune sparso e conta 995 abitanti.

Storia
Originatasi all’epoca dei Sabini di cui sono ancora evidenti i  resti di vie  tra i monti di Lucoli, deriverebbe il suo nome dal termine latino "Luculus" che vuol dire boschetto sacro. Nonostante le sue antiche origini, la sua storia trova maggior riscontro grazie a documentazioni e reperti databili all’alto medioevo. In particolare si accenna per la prima volta a questo comune nel Chronicon Farfense (1062-1099) e in una bolla di Alessandro III del 1178.  Si sarebbe formato per l’insediamento di alcuni gruppi di contadini attorno al monastero benedettino di San Giovanni. Fece parte della contea costituita da Odorisio rappresentando un punto di difesa per le zone circostanti  ed il Castello più importante tra quelli soggetti allo Stato Pontificio. Nei secoli seguenti prese parte alla formazione della città dell’Aquila, assunse la sua autonomia venendo assegnato alla giurisdizione degli Oranges e dei suoi capitani.  Nel 1529 venne acquistato da Pietro Ossorio e passò in seguito nelle mani di altre signorie sino all’abolizione del sistema feudale nel 1806 con Giuseppe Bonaparte. Un decreto del 1927 stabilì che Lucoli ed altri comuni dovessero partecipare alla formazione della Grande Aquila ma esso fu l’unico a riacquistare la propria autonomia nel 1947.

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
l'abbazia di S.Giovanni Battista. Venne costruita nel 1077 subendo delle modifiche a seguito del terremoto del 1703. Di notevole importanza risultano essere gli affreschi presenti (rinvenuti nell'ultimo restauro) di cui alcuni attribuiti al De Litio;
la Chiesa di S. Menna. Venne costruita nel 1215 ma ha subito nel corso dei secoli numerose modifiche. Tra gli affreschi presenti spicca quello della Crocifissione di Saturnino Gatti.
La Chiesa di S.Giorgio. Venne costruita agli inizi dell’anno mille come testimonia una bolla di Innocenzo III del 1215;
la Chiesa della Beata Cristina. Anticamente questa chiesa era così piccola da essere chiamata Cona. Vi si venerava un quadro della Madonna con il Bambino Gesù in braccio. Venne ricostruita nel 1590 per accogliere un più elevato numero di fedeli che vi accorrevano;
la Chiesa di S.Sebastiano. Venne costruita agli inizi dell’anno mille ed è situata nel centro storico della frazione di Collimento. Contiene la statua lignea di S. Sebastiano, recentemente restaurata;
La Chiesa di San Michele. Venne costruita all’inizio del medioevo su un colle a forma di cono. Subì le devastanti conseguenze del terremoto del 1915 e venne perciò interamente. All’interno è presente un affresco del 1300, che è l’unica parte della decorazione originaria della chiesa arrivata fino a noi. Raffigura “Madonna col Bambino in trono” con a lato S. Giovanni Battista.
Personaggi illustri:
Francesco Saverio Gualtieri, ( Collimento di Lucoli, 1740 - Falciano di Caserta, 1831), letterato
Pietro Marrelli, ( Lucoli, 1799 - L'Aquila, 1871), patriota e politico
(Testo tratto dal sito del comune e da wikipedia)
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti