Lecce dei Marsi - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Lecce dei Marsi

Provincia dell'Aquila
Lecce nei Marsi è un comune nel territorio orientale della Marsica, posto a 753 metri s.l.m. che conta 1711 abitanti.

Storia
Esistono due teorie riguardanti l'origine del nome del paese, la prima vuole che essa derivi da “quercus ilex”, ovvero la pianta del Leccio che cresceva abbondante nella valle sottostante l'abitato, la seconda tesi sostiene che il nucleo originale fosse posto a 1300 metri s.l.m. nell'attuale ubicazione delle rovine di Lecce nei Marsi, e che sia stato fondato nel X secolo da famiglie asiatiche provenienti dalla regione della Licia e giunte a seguito delle Crociate.
Il periodo alto-medievale presenta della lacune nella storia del borgo. Dopo la distruzione dell'antico castello marso, avvenuta durante la guerra sociale, Lecce nei Marsi fu ricostruita in epoca longobarda. Le prime fonti documentate si trovano nella Bolla di Clemente III e risalgono all'XI secolo, e dati ancor più certi si trovano solo a partire dal XV secolo quando il paese è nominato tra i territori della contea di Celano con il nome di Licine.
Dalla dominazione dei Colonna il feudo passa ai Piccolomini nel XVI secolo per poi seguire la stessa sorte dello Stato di Celano che fu controllata dai Peretti prima e dai Savelli, successivamente dagli Sforza-Cesarini e gli Sforza-Cabrera-Bovadilla.
Oggi Lecce dei Marsi è un paese culturalmente vivace aperto al turismo ed alla modernità.

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
Chiesa di Santa Maria Assunta edificata nel XII secolo;
Chiesa di Sant'Elia ricostruita sulle rovine della chiesa di San Pietro abbandonata nel 1656 a seguito della peste che colpì la zona;
Lecce Vecchia, a quota 1285 metri s.l.m., raggiungibile seguendo la strada panoramica Palmiro Togliatti
Resti del Castello dei marchesi Trasmondi, situato oltre le rovine di Lecce Vecchia, poco prima del pianoro della Guardia.
Personaggi illustri:
Andrea De Litio, pittore nato nei primi decenni del Quattrocento.
(Testo tratti dal sito del Comune e da Wikipedia)
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti