Fossa - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Fossa

Provincia dell'Aquila
Fossa sorge a 644 m s.l.m. sulle pendici del monte Circolo nella valle dell’Aterno. E’ compreso nella Comunità montana Amiternina e conta 673 abitanti.

Storia
E’ un comune che ha delle origini molto antiche come testimoniano i reperti di una necropoli risalente all’età del Ferro e datata VIII-VII secolo a.C. Si sviluppò laddove sorgeva la città di Aveja (della quale ci restano due  templi, uno dedicato al culto di Bacco e l’altro a quello di Vesta) distribuendo il centro abitato in parte sulle alture della montagna ed in parte più in valle riuscendo in questo modo ad avere un controllo globale della zona circostante. Venne abitata dal popolo italico (del quale ci restano pugnali, gioielli, fibule, calici, brocche rinvenuti nelle tombe) e dai romani. Intorno all’anno mille i monaci Cistercensi si insediarono ad est della montagna realizzando la Chiesa di Santa Maria ad Cryptas, simbolo della religiosità medioevale. Fossa infatti ha mantenuto sin dall’antichità un forte senso di spiritualità tanto da essere  chiamata  “luogo delle beatitudini”. Sempre del periodo medioevale, venne eretto un castello in località Funillo, precisamente sul pendio della montagna perché difendesse il borgo che posto in una zona non facilmente raggiungibile da chi fosse intenzionato ad attaccarlo o saccheggiarlo, era ritenuto strategico. Poco distante dal castello vi era una  grotta artificiale, la Ciuciuvetta, scavata nella roccia nel 201 d.C.

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
il convento di Sant’Angelo D’Ocre si trova su di una zona rocciosa posta a strapiombo sulla vallata. Venne costruito laddove nell’anno Mille vi si insediarono i monaci Cistercensi. Contiene le spoglie di tre Santi;
la casa del Beato Bernardino, giurista e predicatore del XV secolo;
la Chiesa di Santa Maria Assunta. Venne costruita intorno al duecento ma il terremoto del 1703 provocò numerosi danni che portarono a ricostruirla nel 1769. Contiene l’affresco cinquecentesco della Madonna con Bambino e Santa Caterina e il soffitto ligneo a cassettoni con decorazioni in oro zecchino;
La chiesa di S. Maria ad Cryptas. Venne costruita nel XIII secolo e deve il suo nome alla presenza di una piccola cripta dove è collocato un rudimentale altare formato da un tronco di colonna e a una lastra di pietra;
la necropoli ribattezzata “la piccola Stonhenge” che incorpora tombe risalenti dal X sec. a.C. fino al I sec d.C.
Palazzo Bonanni.
Personalità rilevanti:
Bernardino da Fossa, (Fossa, 1420 - L'Aquila, 1503), venerato come Beato dalla Chiesa Cattolica;
San Cesidio Giacomantonio. Nacque nel 1873 a Fossa ed ebbe un unico intento quale quello di evangelizzare, convertire, battezzare e portare anime a Dio. Dedicò la sua esistenza alla modestia della regola francescana partendo giovanissimo in missione non solo per divulgare la parola di Cristo nella Cina del XIX secolo ma anche e soprattutto per prendersi cura di quelle popolazioni.

Ricorrenze:
S. Cesidio da Fossa. A luglio, ogni anno le sacre reliquie del Santo fossolano martirizzato in Cina il 4 luglio del 1900, vengono riportate dal Convento di Sant’Angelo D’Ocre fino alla chiesa madre del paese natio.

(testi tratti dal sito del Comune e da wikipedia)
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti