Collepietro - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Collepietro

Provincia dell'Aquila
Collepietro sorge a 849 m s.l.m nell’Altopiano di Navelli ed è compreso nella Comunità montana Campo Imperatore-Piana di Navelli. Conta 246 abitanti.

Storia
 
 
La sua storia è riemersa oltre che tramite documentazioni del passato, da reperti che hanno portato alla luce delle ceramiche risalenti all’età del Bronzo nella zona del Lago di Collepietro. Esse testimoniano l’antichissima origine di questo comune.  E’ posto tra la Piana di Navelli e la vallata del Tirino, in un territorio confinante  nel passato tra due popolazioni italiche quali i Peligni e i Vestini. Non è infatti un caso che proprio sul Colle di Santa Rosa sorgesse un insediamento fortificato ancora oggi visibile. Nel tempo ha mantenuto l’impostazione medioevale del centro abitato, per cui esso presenta l’antica cinta muraria e quattro torri, di cui una consente l’accesso nel centro storico e prende il nome di Torre dei Gregari. A dar vita al primo castrum sul Collis Petri  furono gli abitanti delle ville di San Pietro e San Salvatore che tra la fine del X secolo e l'inizio dell'XI mossi dalla necessità di trovare rifugio per evitare i continui attacchi dei nemici ivi si insediarono. Si spiega pertanto la costruzione di cinta murarie che dovevano riparare il centro abitato da eventuali invasioni nemiche e la costruzione di torri che consentissero di controllare il territorio circostante.  Oggi restano alcuni edifici signorili a come segno della ricchezza e della prosperità di chi vi governò. Ricordiamo infatti, che tale borgo fu feudo dei Medina a cui è dedicata una lapide sulla facciata della chiesa di San Giovanni Battista, gli Antonelli, i Carafa e i Caracciolo.
 

 
 

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
la Chiesa di S. Giovanni Battista. Costruita intorno all’anno Mille, venne ristrutturata nel 1539 motivo per cui ha un aspetto tardo-rinascimentale. Conserva un portale decorato dal monogramma bernardiniano;
la Chiesa della Madonna del Buon Consiglio. Costruita nel Medioevo, ha una navata unica;
Palazzo Caracciolo. Costruito intorno al X secolo, testimonia la prosperità e la ricchezza delle nobili famiglie;
Colle di Santa Rosa. Presenta un insediamento italico fortificato;
Casa-torre dei Gregori. Costruita nel medioevo, presenta un'antica porta oggi murata.
Prodotti tipici:
“Cauciunitti”. Sono tipici dolci natalizi fatti con le mandorle che gli anziani, secondo un’antica tradizione, pestano in enormi mortai di pietra.

(testo tratto da wikipedia e dal sito del Comune)
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti