Civitella Alfedena - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Civitella Alfedena

Provincia dell'Aquila
Civitella Alfedena è un comune di 316 abitanti situata a 1121 metri s.l.m. Fa parte della Comunità Montana Alto Sangro e Altopiano delle Cinque Miglia ed il suo territorio è nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo ed è chiamata “Perla del Parco Nazionale d’Abruzzo”.
È situata ai piedi del monte Meta, Greco, Morsicano e la Camosciara, circondato da foreste di faggio e da suggestive radure ricche di fresche e limpide acque.

Storia
Borgo medievale, è il paesino più piccolo e antico dell’intera vallata. Non si hanno notizie certe sulla sua fondazione, ma la tesi più attendibile vede Civitella Alfedena come un luogo di villeggiatura dall’antica città Alfedena che durante l’Impero di Augusto, fu capitale dei Sanniti. A testimonianza di ciò, sono stati rinvenuti diversi reperti quali acquedotti, bagni e ambulacri riconducibili ai costumi saraceni.
Il periodo feudale vide Civitella Alfedena passare di mano in mano tra varie famiglie di feudatari: i Di Sangro dal 1154 al 1400, i Cantelmo dal 1400 fino al 1579, i Ciorla dal 1579 al 1697 ed infine d Della Posta dal 1697 al 1850.
Nella prima metà dell’anno mille, venne costruito un fortilizio a a Roccatramonti con lo scopo di proteggere la popolazione di Civitella Alfedena dalle continue scorrerie di uomini armati che imperversavano nella zona. In questo periodo il borgo rimase praticamente abbandonato. Nel 1240, con la distruzione del fortilizio, alcune famiglie decisero di tornare a vivere a Civitella mentre altre s’insediarono in una differente posizione fondando Villetta Barrea che rimase sotto il controllo del Comune di Barrea.
Inizialmente anche Civitella Alfedena faceva parte del Comune di Barrea, successavimanete si separò rimanendo congiunto a Villetta Barrea fino al 1840.


Sulmona

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
il centro storico del borgo, sviluppatosi introno ad una torre risalente al XIV secolo;
i ruderi del Castello d’Intramonti
Chiesa di San Nicola di Bari edificato intorno al XVII secolo;
Santuario di S. Lucia
il centro di visita del Parco Nazionale dell’Abruzzo;
il Museo del Lupo Appenninico dedicato alla storia, alla biologia e alle leggende riferite a questo animale ed ai rapporti tra il lupo e l’uomo;
l’area faunistica della lince;
Civitella Alfedena presenta quattro appuntamenti fissi ogni anno:
la Fiaccolata che si tiene il 30 dicembre presso il piazzale di Santa Lucia;
il Presepe nel Borgo che dall’8 dicembre al 6 gennaio anima il centro storico del paese con ricostruzioni in cartapesta a grandezza naturale delle scene dei mestieri antichi;
Sagra della ‘Scurpella’, un fritto a base di pasta lievitata. Si tiene in agosto.
Sagra della Quagliata, durante la quale si rievoca la tradizionale lavorazione del formaggio di pecora.
Civitella Alfedena può essere il punto di partenza per interessanti escursioni. È possbile raggiungere la Camosciara (Zona di Riserva Integrale del Parco), o le vette del Monte Sterpare o del Monte Capraro. Percorrendo invece una passeggiata pedonale attraverso la Pineta, è possibile raggiungere il Lago di Barrea situato ai piedi del borgo.

(testi tratti dal sito del Comune, da wikipedia e da www.parcoabruzzo.it)
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti