Castellafiume - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Castellafiume

Provincia dell'Aquila
Castellafiume sorge a 840 metri s.l.m. ed è situata nella valle di Nerfa, lungo il corso del fiume Liri la cui sorgente è situata un chilometro più a nord. Conta 1105 abitanti e fa parte della Comunità montana Marsicana 1.

Storia
Il nome è di origine romane “Castrum fluminis”, riferendosi al presidio sorto sul fiume Liri.
Dai primi documenti riguardanti Castellafiume, risulta che nel 1062 ai monaci di Montecassino fu donata una chiesetta dedicata a San Benedetto in località Pascolano, dove era sorto un castello attorno al quale si sviluppò un villaggio abitato dai montanari e dai pastori della zona.
Nel Catalogo dei Baroni, documento del XII secolo, Castellafiume viene citato come feudo di quattro milites, a testimonianza dell’importanza acquisita dal centro abitato.
La costruzione della Chiesa di San Nicola è riconducibile agli stessi anni e, contemporaneamente, sorse il villaggio di Pagliara che nel corso dell’Ottocento divenne, ed è tuttora, frazione del comune.
Nel XIV secolo Castellafiume divenne possedimento della famiglia Orsini, che detenne il feudo per oltre cento anni fino a quando non passò sotto il dominio dei Colonna.
Dal 1806, con l’abolizione dei feudi, fu per breve tempo frazione del comune di Cappadocia.

Sulmona

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
il centro storico del paese che, disteso sulle pendici dei Monti Simbruini, mostra chiaramente le tracce dello sviluppo sette-ottocentesco del borgo;
Chiesa di San Nicola, sorta intorno al XII secolo per opera dei Benedettini di Montecassino, ha subito numerosi interventi nel corso dei secoli successivi che ne hanno modificato l’aspetto originario;
Chiesa del SS. Salvatore (o SS. Redentore) e Chiesa della Madonna della Neve, entrambe nella frazione di Pagliata, di cui non si conosce con precisione la data d’edificazione sebbene si facciano risalire anch’esse al periodo medievale;
sala museo delle Arti e dei giochi antichi: uno spazio che testimonia un passato lontano narrandolo attraverso l’esposizione di giochi antichi e di arnesi da lavoro tipici dei antichi mestieri artigianali che caratterizzavano le botteghe del centro storico.
Castellafiume può essere anche la partenza per un’escursione verso il Monte Arezzo: attraverso un sentiero non segnato da percorrere in 2.15 ore circa si potrà osservare una bella veduta d’infilata sulla Valle del Liri.
Dal centro del paese si prosegue in direzione di Petrella Liri per poi girare verso destra e proseguire per altri 200 m. Accanto ad un cancello inizia una sassosa mulattiera che permetterà di raggiungere la cima del Monte Arezzo in 1.15 ore circa, coprendo un dislivello di 400 metri.
(Testi tratti dal sito del Comune di Castellafiume)
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti