Castel Frentano - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Castel Frentano

Provincia Chieti
Castel Frentano sorge a 399 m s.l.m. e conta 4.001 abitanti.   
Storia - cenni
Secondo reperti archeologici, la zona in cui oggi si sviluppa, avrebbe visto i suoi primi insediamenti umani già a partire dall’età neolitica. Ne sono un valido esempio, i resti di un mosaico databile al primo o secondo secolo dell'era volgare o i resti di una necropoli italica del IV secolo a.C.
Nel corso del medioevo, per proteggere il borgo dalle continue incursioni di briganti e nemici, anche in questo comune ebbe sviluppo il fenomeno dell’incastellamento. La popolazione, cercò protezione entro le mura fortificate e durante l’epoca carolingia, si procedette all’elevazione di una rocca (detta “ castellum”). Si voleva infatti frenare l’arrivo dei normanni provenienti da sud lungo l'antica via Traiano-Frentana. Inoltre, essendo una zona di passaggio per il commercio che confluiva nelle Puglie, l’importanza di questo feudo era notevole. Esso passò pertanto nelle mani di diverse signorie, quali gli Orsini nel 1331, poi ai Bonanni, per poi passare ai Brancaccio. Il paese, (che originariamente si chiamava Castel Nuovo) subì le gravi conseguenze dell’epidemia di peste che colpì l’Abruzzo nel  1656 che solo successivamente, con i Caracciolo crebbe demograficamente.In seguito  all'Unificazione d'Italia, il nome di Castel Nuovo venne mutato in quello di Castel Frentano.
Le due grandi guerre del secolo scorso, costrinsero gli abitanti a cercare salvezza altrove, emigrando per sfuggire al massacro dei tedeschi. Attualmente è in una fase di pieno sviluppo demografico.  

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
la Chiesa di Santo Stefano Protomartire. Dedicata a S.Stefano, venne eretta tra la fine del XIII e gli inizi del XIV sec. Presenta all’interno le statue di S.Rocco datata al 700, e di S.Antonio risalente all’800; la Chiesa di Santa Maria della Selva. Deriva il suo nome dai molti boschi presenti nell’area in cui venne costruita. Datata al XV secolo, rimangono le fondamenta in laterizio, il portale laterale in pietra, e una statua lignea della Vergine.
Personaggi famosi
Igino Vergilj, Luciano Bucci, Raffaele Caporali, Eduardo Di Loreto, Mario Ceroli.
Frazioni:
Ciommi, Colle Ceraso, Crocetta, Feltrino, Lentesco, Pera, Pietragrossa, Porrechi, San Rocco, San Vincenzo, Trastulli
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti