Campo di Giove - Abruzzointour

Dal mare alla montagna in pochi minuti.

in tour

Vai ai contenuti

Campo di Giove

Provincia dell'Aquila
Campo di Giove sorge a  1.071 m s.l.m. sul versante occidentale della del massiccio della Maiella. E’ compreso nella Comunità montana Peligna e nel Parco Nazionale della Maiella e conta 896 abitanti.

Storia
Le sue origini risalgono ad un passato antichissimo tanto che il poeta Tito Livio raccontò del passaggio di Annibale tra il 217 e il 211 a.C diretto verso Roma. Prove della sua storia sono state tratte dai reperti archeologici da cui sono emerse tracce di vita nelle grotte maiellane sin dal paleolitico o il sasso scheggiato del neolitico. Una volta che la pianuara fu resa accessibile, le popolazioni si spinsero giù a valle dalle montagne. La caduta dell'Impero romano d'Occidente provocò la discesa dei barbari  portando ovunque devastazione  e terrore. Dal VI al X secolo infatti, la popolazione del paese cercò di trovare rifugio in capanne, ma solo grazie ai monaci di S. Nicola al Volturno  che costruirono sulla montagna San Nicolò di Coccia furono accolti e posti nella parte più antica di Campo di Giove proteggendo la zona tramite la costruzione di cinta murarie. Nel 1421 venne fortificato il castello di Campo di Giove chiamato in latino Castrum Campi Jovis. Il fenomeno della feudalità cadde nel 1806 con Giuseppe Bonaparte che portò contro i valori del privilegio e del vassallaggio, quelli di libertà, uguaglianza e fraternità. Campo di Giove reagì positivamente a questo cambiamento in quanto era forte la volontà di conservazione del loro patrimonio. Nel secolo XX il susseguirsi delle due guerre mondiali non spezzò gli abitanti del paese , che nonostante le loro perdite cercarono di reagire alle violenze e ai soprusi del fascismo e del nazismo tanto che da qui prese vita una organizzazione partigiana.

fuori casa in Abruzzo
scelti per voi9
Da visitare:
il Palazzo Nanni, costruito nella piazza delle loggette nel XVII secolo;
Casa Quaranta costruita nel XV secolo presenta bifore lavorate e balconi in pietra;
la Chiesa di S.Eustachio. Si ritiena fosse stata costruita laddove nel III secolo sorgeva un tempio elevato in onore di Giove;
il Convento di S.Antonio venne costruito nel XII, utilizzato per comunicare con il resto della vallata tramite segnali luminosi. Oggi ne restano solo pochi frammenti delle sue mura.
la Chiesa di S.Rocco costruita nel XVI secolo ;


Personaggi illustri :

Giovanni Domenico Cocco. Dottore in ambo le leggi (sec. XVII);
Francesco Cocco. Sacerdote, teologo, medico e filosofo (sec. XVIII);
Anrea Giacchesi. Nato nel 1720, impugnò con uno scritto stampato a Napoli nel 1766 il sistema di Alberto Haller sulla irritabilità della fibra;
Berardino Colaprete. Nato nel 1747. Laureato in medicina e chirurgia, lasciò molti scritti che andarono distrutti in da un incendio nel 1800;
Alessandro Colaprete. Autore della "Monografia" su Campo di Giove, inserita nel volume XVI, de "Il Regno delle Due Sicilie Descritto ed Illustrato";
Vincenzo Ricciardi. Nato nel 1810. Medaglia d'Oro al valor civile e Capitano della Guardia Nazionale;
Dott. Giacinto NanniI. Nacque nel 1869. Fu medico chirurgo, agricoltore, apicultore e studioso di scienze naturali. Realizzò un tipo di alveare giudicato il migliore d'Abruzzo;
Achille Ricciardi. Nato nel 1884 fu scrittore e giornalista, redattore del "Giornale d'Italia". Frequentò a Parigi, affiancato da Gabriele d’Annunzio, celebri salotti letterari dei teatri all'aperto.
Testi tratti da wikipedia e dal sito del comune di Campo di Giove
Le montagne
Gli itinerari


Associazione Amici d'Abruzzo C.F. 91112710685

Torna ai contenuti