Rocca San Giovanni

E-mail Stampa PDF
 

 

 foto di Rocca San Giovanni - clicca sull'immagine per accedere alla galleria. 

altBandiera Blu 2009
Tra i borghi più belli d'Italia 

Rocca San Giovanni è un comune di 2.329 posto su un colle roccioso, a 150 metri sl.m., si affaccia sulla Costa dei trabocchi. Fa parte del Club dei Borghi più belli d'Italia.
 
Storia - cenni
Il paese viene menzionato per la prima volta in un documento del 1047: un diploma dell'Imperatore Enrico III per il Monastero di S. Giovanni in Venere. Successivamente l'abate provvide a raggruppare le popolazioni sparse nel territorio e nel 1076 avviò la costruzione di una cinta muraria a Rocca cominciando contemporaneamente la fondazione di una Chiesa parrocchiale. Il pontefice Alessandro III, e dopo l'Imperatore Enrico VI, concedettero all'abate ed ai suoi successori, la proprietà perpetua su Rocca e su tutti i castelli e le borgate acquisite dal Monastero.
L'opera di Oderisio II assicurò un lungo periodo di prosperità al paese, che durò fino al 1346 quando scoppiò una guerra feudale con Lanciano che non potendo espugnare Rocca, saccheggiò le campagne della zona ed espugnò alcuni paesi sotto il controllo dell'Abbazia. Sul finire del XIV secolo anche Ugone Orsini tentò l'assedio a Rocca dopo aver assalito l'abbazia di San Giovanni in Venere, ma subì una sortita da parte di una folta schiera di combattenti di Lanciano, fedeli al Papa, che liberò il paese. Nel 1456 l'abitato venne notevolmente danneggiato da un violento terremoto. L'opera di ricostruzione portò uno stato di floridezza nel paese che contrastava con la progressiva decadenza dell'abbazia. Con un decreto Pontificio, nel 1588, l'Abbazia e la sua Rocca vennero affidate a San Filippo Neri.
Dopo l'eversione della feudalità, tra il 1820 ed il 1840, all'interno del paese fiorì un'attiva rivendita della Carboneria.
 
Rocca San Giovanni è considerata la Città del Vino: vanta due cantine che producono Doc Montepulciano d’Abruzzo e Trebbiano d’Abruzzo, con particolare attenzione ai bianchi. Anche la produzione di olio d'oliva è notevole: dalle olive Gentile di Chieti si ricava l’olio Dop Colline Teatine, un fruttato dai sentori erbacei e di colore verde oro.
 
Da visitare:
la chiesa di San Matteo Apostolo, di origine medioevale e risalente alla seconda metà del XIII secolo; il palazzo comunale, costruito nell'800; i resti delle mura e il Torrione dei Filippini, testimonianze della cinta fortificata del paese.


Personaggi illustri:
Giustino Croce, (1839 - 1893, patriota e politico); Ettore Croce, (1866 - 1956, docente e politico; Ericle D'Antonio, (1925 - 1977, filosofo e politico); Francesco D'Agostino, (Pollutri, 1926 - Rocca San Giovanni, 1978) politico e medico, fondatore del RaggruppamentoCivico Tre Torri.
 
Prodotti tipici
La tradizione gastronomica del paese è rappresentata dalle “palazzole”, piatto tipico della tradizione marinara preparato con acciughe o sardine, mollica di pane, aglio, prezzemolo e olio extravergine di oliva: il pane va sbriciolato, si tagliano prezzemolo e aglio, si dispone il pesce a strati alternando gli ingredienti e si inforna.
 
Frazioni di Rocca San Giovanni:
Acquarelli, Foce, Lappeto, Montegranaro, Perazza, Piane di Marche, Piane Favaro, Pocafeccia, Pontone del Signore, Puncichitti, San Giacomo, Santa Calcagna, Tagliaferri, Vallevò, Vetiche
 
Comuni vicini:
 
Rocca S. Giovanni: ristoranti, hotel, agrutirismo, bed and breakfast, cantine

(Le immaginidi Rocca San Giovanni sono protette da copyright. I testi sono tratti dal sito del Comune di Rocca S. Giovanni e da Wikipedia. Tutti i testi di Wikipedia sono rilasciati sotto licenza GFDL.)
 
 
 


 
Italian Arabic Chinese (Traditional) English French German Russian Spanish

Cerca in Rocca San Giovanni


logo ANSA
logo Il CENTRO
House around Italy
logo LUPOERRANTE
logo ARUBA
La Vela Beach